l'astronauta perduto


martedì 22 marzo 2011

"Amico mio..."

Come stai, amico mio, ora che è primavera?
Lo senti che é più caldo anche alla sera?
Il Cuculo ha cantato,
il fiore è sbocciato..
Io, come sempre, costruisco castelli di ambizioni,
con merletti di utopiche illusioni.
Come un pazzo mi distendo nudo sulla terra arata
a contemplare disincantato la giornata.
Un fiore, tenacemente, apre i suoi petali in ogni direzione.
Il sole fa brillare il prato e sembra così pieno d'amore.
Il vento mi chiude gli occhi e immagino di volare.
Amico mio... lo senti anche tu il mare?
Amico, non riesco ad avere una visione disincantata del mondo.
C'è un qualcosa di profondo,
c'è un qualcosa di potente,
un qualcosa d'infinito.
Amico mio, parliamo dell'infinito.
Parliamo del potente.
Amico mio..
Parliamo di quello che sento vicino a me in questo strano momento di follia.
Amico mio.. parliamo di Dio.

24 commenti:

Vitamina ha detto...

Fai bene a non avere una visione disincantata del mondo .

Raffaella ha detto...

wow... sembra che parli di me...

angeloblu ha detto...

"Amico mio" parliamo del mondo com'è senza illusioni, anche se più che illudersi, sognare, che tutto potrà volgere al bene chissà, io ci voglio credere...magari ci potrà essere un opera di pentimento davanti a Dio...un saluto a te...

IlGiardinODellEViolE ha detto...

belle come sempre le tue poesie!
passa da me.. c'è un pensiero per te! kiss

Astronauta. ha detto...

Grazie a tutti per aver commentato...
Tornate a trovarmi, vi aspetto!!
Ciao Raffa,Vitamina e angelo!!!
Grazie mille ILGIARDINODELLEVIOLE non me lo aspettavo!!
Molto gentile!!!

Toni ha detto...

Come vorrei parlarci ancora, con il Mio Grandissimo Compare Carmine... Lo faccio solo con i pensieri e i ricordi, ma mi manca tutto il resto. Bellissimi versi, bravo!

Astronauta. ha detto...

Grazie Toni. Torna a trovarmi.

mark ha detto...

Certo che lo sento il mare vivo su un'isola, con Dio ho provato ad itavolare una trattativa, ma si è dimostrato disinteressato...l'uomo così com'è non gli interessa.
saluti

Astronauta. ha detto...

Ciao Mark!
Torna da queste parti.

cosimo ha detto...

Il mare in primavera al pari dei pensieri degli uomini, ha musiche diverse nel suo movimento. Musiche che portano fuori ogni voce che può portarci a parlare con Dio.
Complimenti Astronauta!

Astronauta. ha detto...

Grazie Cosimo!!!

Bimboverde ha detto...

Un saluto !Grazie della tua visita!

Astronauta. ha detto...

Grazie a te Bimboverde!

Grazia ha detto...

"parliamo di Dio"tu dici.Sembra facile ma credo che Dio si esprima poco a parole.A volte è sufficenteanche solo sentire che qualcosa di sacro passa su di noi,nel nostro quotidiano,nelle nostre vite.
Comunque belle le tue poesie e i tuoi pensieri.
g

Sara ha detto...

Ciao Astronauta!
Appena puoi passa da me! :-)
Ciao!

Dreamy Melrose ha detto...

Astronauta perduto nella poesia? Se cosi' fosse è davvero piacevole. Tu sei perso in parole poetiche. Io sono persa tra le immagini e le fotografie. Bisogna essere un po' sognatori per vedere la poesia che abbiamo intorno :)

p.s. arrivo qua dopo che Sara ti ha segnalato tra i vincitori del suo premio nel suo blog, Tutto il resto è vita :) a presto

Astronauta. ha detto...

Grazie Dreamy Melrose, siamo tutti un pò persi da qualche parte!
Saluti!
Torna a trovarmi.

Anonimo ha detto...

Sto', come i fiori apparsi sulla terra,
disteso osservando le rondini che si dondolano
Nell'aria serale.
Le viti in fiore mandan profumi.
E' tempo di cantare.
A presto Astronauta

Astronauta. ha detto...

Bella Anonimo!!!!
Torna presto!

Astronauta. ha detto...

Per Grazia: C'è solo da ascoltare!

teoderica ha detto...

Sto', come i fiori apparsi sulla terra,
disteso osservando le rondini che si dondolano
Nell'aria serale.
Le viti in fiore mandan profumi.
E' tempo di cantare.


...mi perdonerà anonimo se gli ho portato via la poesia, ma era esattamente quello che volevo dirti, per te è il mese del vino e delle rose, è tempo di cantare, non ti preoccupare Dio e l' infinito arrivano da soli...tu prendi a piene mani l' ottimismo e l' allegria, verrà il giorno che ti serviranno per combattere i momenti di follia.
Un saluto con molta simpatia.

Astronauta. ha detto...

Grazie del consiglio Teoderica...
Saluti.. Torna da queste parti.

Maraptica ha detto...

Per me le giornate calde sono le belle di notte nel giardino di mia nonna, io piccola che in punta di piedi non c'arrivo e aspetto che si aprano nel momento esatto in cui scompare il sole sulla linea d'orizzonte. E' bello che ognuno "senta" qualcosa, a prescindere da cosa :)

Astronauta. ha detto...

Ciao Maraptica, è vero quello che dici!
Ti aspetto, torna da queste parti.